Villa De Vecchi

0 Condivisioni

VILLA DE VECCHI, conosciuta anche come la Casa rossa o Villa dei Fantasmi, è una villa del XIX secolo situata a Cortenova, un paese in provincia di Lecco. Inizialmente era una bella villa con un grande giardino, oggi si trova invece in uno stato di assoluto abbandono e degrado.

Villa De Vecchi

Storia di Villa De Vecchi

Villa De Vecchi, soprannominata Casa rossa per il suo originario colore, oggi visibile soltanto in alcuni punti, fu voluta da Felice De Vecchi, uno dei protagonisti del Risorgimento italiano. De Vecchi nutriva una grande passione per l’oriente, cosicché guarnì la villa con molti oggetti provenienti da varie parti del mondo. La Casa rossa aveva anche un grande giardino con una fontana misteriosamente scomparsa.

La costruzione della villa iniziò nel 1854 e terminò nel 1858. Abbandonata ufficialmente dagli eredi della famiglia De Vecchi nel 1938, in seguito fu abitata da alcuni sfollati, finché nel 1959 venne acquistata dai Medici di Marignano.

L’architetto che progettò la villa fu Alessandro Sidoli, morto in giovane età. Siccome il conte De Vecchi girò l’Europa, nella villa trovarono contaminazioni di architetture come quella bulgara, moresca o rumena. Essendo un edificio dell’Ottocento, anni in cui si creavano strutture solidissime, la villa presenta delle mura molto spesse e l’usura causata dagli agenti atmosferici impiegherà molto tempo prima di riuscire a consumarla per intero.

Villa De Vecchi si trova ormai da decenni in uno stato di totale abbandono e con il passare degli anni si è incominciato a parlare di fantasmi e presenze paranormali. L’edificio è situato sui monti Valsassinesi ed è conosciuta localmente come la Villa dei Fantasmi.

Gli eventi paranormali di Villa De Vecchi

In molti affermano che Villa De Vecchi sia infestata dai fantasmi o comunque da alcune presenze paranormali. I racconti sono molti, sicuramente interessanti e spaventosi, quindi Brividi Horror vi narra tutto sulla Casa rossa, ossia la villa infestata situata a Cortenova, un paese in provincia di Lecco.

1) Si racconta che durante le notti del solstizio d’estate o quello d’inverno, si possa sentire un lamento femminile proveniente dall’interno della villa, appartenente presumibilmente all’amante dello storico proprietario, morta nelle mura a causa di un omicidio.

2) Con il trascorrere degli anni nella Villa De Vecchi sono avvenuti alcuni suicidi a cui le autorità non sono riuscite a dare una descrizione accurata. Al contempo non ci è stato commesso alcun omicidio.

3) Si dice che Aleister Crowley, un satanista di caratura mondiale, facesse dei riti satanici nella villa. Questi atti di satanismo comprendevano anche riti orgiastici nel segno del colore rosso e con donne dai capelli rossi che venivano seviziate.

4) Si racconta che nelle ore notturne sia possibile udire il suono di pianoforte proveniente dalla sala, dove tuttora è presente un vecchio pianoforte ormai distrutto.

0 Condivisioni

Add Comment