Il maledetto Cecil Hotel

0 Condivisioni

Il MALEDETTO CECIL HOTEL, quello che oggi è chiamato Stay on Main, è un hotel economico nel centro di Los Angeles, situato in 640 S. Main Street e inaugurato nel 1927. Da questo hotel infestato è tratta la stagione di American Horror Story intitolata Hotel.

Il maledetto Cecil Hotel

Le origini del maledetto Cecil Hotel

Il maledetto Cecil Hotel fu costruito nel 1924 dall’albergatore William Banks Hanner con l’idea di accogliere i viaggiatori d’affari e i turisti. Progettato da Loy Lester Smith in stile Beaux Arts, l’hotel maledetto è costato la bellezza di 1 milione di dollari. Il Cecil Hotel vanta una sfarzosa hall in marmo con vetrate colorate, palme in vaso e statue in alabastro.

Hanner aveva investito fiduciosamente nell’impresa, ben sapendo che diversi hotel simili erano stati stabiliti altrove in centro, ma entro 5 anni dalla sua apertura, gli Stati Uniti affondarono nella Grande Depressione.

Sebbene il Cecil Hotel sia fiorito come destinazione alla moda negli anni quaranta, i decenni successivi hanno visto il declino dell’hotel, fino a che negli anni cinquanta divenne un mix fra hotel e residence. Una parte dell’hotel è stata rinnovata nel 2007 dopo l’ingresso di nuovi proprietari.

Nel 2011, il Cecil Hotel, dopo essere stato rinominato Stay on Main, ha un nuovo sito Web e il vecchio thececilhotel.com è scaduto alla fine del 2013. L’hotel è stato venduto nel 2014 a Richard Born, un albergatore di New York City per 30 milioni di dollari. Adesso è in fase di ammodernamento, riqualificazione e ristrutturazione. Nel febbraio 2017 il Consiglio comunale di Los Angeles ha votato per ritenere il maledetto Cecil Hotel un monumento storico-culturale, perché è rappresentativo di un hotel americano dei primi del 20 ° secolo.

Gli eventi terrificanti accaduti nel Cecil Hotel

Adesso che Brividi Horror vi ha illustrato una panoramica di questo hotel, siete pronti a scoprire perché il Cecil Hotel ci inquieta così tanto? La risposta è così spaventosamente semplice, il maledetto Cecil Hotel è stato negli anni il teatro di numerosi delitti, incidenti mortali, suicidi e misteri che si sono susseguiti fino ai giorni nostri. Iniziate a capire, vero?

A) Nel 1947, Elizabeth Ann Short, una bellissima donna che dimorava nel Cecil Hotel, fu ritrovata morta a pochi isolati di distanza con il corpo reciso in due da sotto l’ombelico. Fu un omicidio di un’efferata ferocia che gli inquirenti non riuscirono mai a risolvere.

B) Il 22 ottobre del 1954, Helen Gurnee cade dalla sua stanza al settimo piano e si maciulla sulla strada. La settimana precedente si era registrata con un nome falso. Dalle indagini non si è mai capito il motivo della caduta.

C) Nel 1962 una donna si affaccia dall’ottavo piano dell’hotel e si lascia cadere nel vuoto, non lascia nessun biglietto d’addio e non si scoprirà mai il motivo del suicidio. Eppure noi di Brividi Horror iniziamo a domandarci se davvero si tratti di suicidi, oppure qualche malvagia entità aleggi nel Cecil Hotel. Sempre nel 1962, un’altra donna si getta dalla finestra e si sfracella sulla strada.

D) Il 4 Giugno del 1964, in una stanza dell’hotel viene rinvenuto il cadavere di un operatrice telefonica che alloggiava lì. La donna era stata violentata, accoltellata e strangolata. Poche ore dopo la polizia ferma a poca distanza dal Cecil Hotel un uomo con i vestiti sporchi di sangue. Lo arresteranno, ma non riusciranno a trovare le prove che fanno di lui il killer della donna. Sarà così rilasciato.

E) Negli anni 1984 e 1985, il maledetto Cecil Hotel ospita all’ultimo piano un personaggio molto pericoloso. Posso soltanto immaginare quanta curiosità sta ora affliggendo chi sta leggendo questo tetro articolo basato su delle storie vere. Qui non c’è niente di finto, il Cecil Hotel è davvero maledetto. Comunque, l’ospite dell’ultimo piano era il serial killer Richard Ramirez, il quale assassinerà ben 14 persone in quel biennio, molte delle quali muovendosi da questa stanza del Cecil Hotel.

F) Nel 1991 il serial killer Jack Unterweger affitta una stanza dell’hotel per poco più di un mese e durante la sua permanenza nel Cecil Hotel, assassina 3 prostitute che aveva invitato in stanza. Le stuprerà e poi le strangolerà usando i loro reggiseni.

La morte di Elisa Lam

Il 19 Febbraio del 2013, numerosi ospiti dell’hotel si lamentano della qualità dell’acqua, poiché affermano che avesse un colore e un sapore alquanto strano. Il Cecil Hotel è fornito da un circuito di acqua potabile interna per risparmiare sui costi, infatti le tubature terminano dentro un grande serbatoio. Sarà proprio nel serbatoio che un manutentore, andato a controllare per via delle lamentele sull’acqua, scoprirà il cadavere galleggiante e in decomposizione della studentessa canadese Elisa Lam, di soli 22 anni. La ragazza era scomparsa dal 31 Gennaio dello stesso anno.

Le indagini non riusciranno a fare luce su come la ragazza avesse fatto ad arrivare in quella zona inaccessibile dell’hotel e come avesse fatto a richiudere lo sportello del serbatoio dall’interno nel caso in cui si sia suicidata. Ci sono molti misteri sulla sua morte, e noi di Brividi Horror non crediamo molto alla tesi del suicidio. Come già affermato in precedenza, il Cecil Hotel è maledetto.

Dalla morte di Elisa Lam, alcuni ospiti del Cecil Hotel hanno affermato di avere visto il suo fantasma aggirarsi nell’Hotel. Queste affermazioni corrisponderanno alla verità?

Agghiacciante che Elisa Lam fu ripresa dalle telecamere di sorveglianza dell’ascensore poco prima di morire. Fatevi venire la pelle d’oca e guardate il video dei suoi ultimi minuti di vita.

0 Condivisioni

Add Comment