Bob Lazar e gli UFO

0 Condivisioni

In questo articolo di Brividi Horror andremo ad analizzare la correlazione tra BOB LAZAR E GLI UFO.

Bob Lazar

Robert Scott Lazar, nato il 26 gennaio 1959, è un imprenditore americano, sedicente fisico e controversa figura centrale nella discussione sugli UFO. Bob Lazar dichiarò di avere lavorato presso l’area S-4 del Nevada Test Site (vicino all’Area 51) sotto speciale richiesta di Edward Teller.

Le affermazioni di Bob Lazar

Durante un intervista Bob Lazar descrisse le strutture dei dischi volanti nei dettagli, affermando che questi velivoli si sostentavano grazie a tre specie di marmitte pieghevoli che permetterebbero le direzioni di volo. Aggiunse persino che i dischi volanti siano velocissimi ma instabili.

A suo dire gli UFO di cui parla non sarebbero stati costruiti dagli umani, in quanto la cabina di pilotaggio era a dimensione di bambino. Bob afferma che tali mezzi tecnologici, che lui ha visto, siano stati costruiti dagli alieni. Inoltre i velivoli non avrebbero punti di saldatura, come se fossero di un unico pezzo, e sarebbero fatti di un materiale sconosciuto sulla Terra.

Affermò che nella base abitavano anche extraterrestri perfettamente integrati con gli umani, i quali svolgevano il ruolo di consulenti per lo studio delle loro tecnologie. Bob Lazar raccontò anche di sapere che questi alieni provenivano dal sistema stellare Zeta Reticuli e che avevano rapporti con il nostro pianeta da 10.000 anni. I racconti di Bob Lazar sugli UFO corrisponderanno alla realtà?

La tesi sostenuta da Bob Lazar

Il suo compito di scienziato era quello di back-engineer, ovvero doveva risalire alla manifattura del velivolo alieno, scoprire come era stato costruito e provare a riprodurne una copia. Quella di Bob Lazar e gli UFO è una storia che ha del surreale, ma alla quale noi crediamo fermamente.

Bob sostiene di avere lavorato in una sala che si trova in una zona di 13 livelli di profondità nel sito S4 (Dreamland), che faceva parte del perimetro dell’Area 51. Durante un intervista, Bob mostra il suo tesserino W-2, a dimostrazione che lavorava presso la Marina Militare degli Stati Uniti che gestiva la base di Groom Lake e Papoos Lake.

Bob termina la sua intervista, dicendo: “nascondere queste informazioni al mondo è un crimine contro l’umanità”.

Bob Lazar e gli UFO, un racconto da brividi…

0 Condivisioni

Add Comment