Ponte dei cani suicidi

0 Condivisioni

Il PONTE DEI CANI SUICIDI si trova in Scozia e il suo vero nome è Overtoun Bridge. Stiamo parlando di un ponte ad arco situato sulla Overtoun Burn, nella strada che conduce a Overtoun House vicino a Dumbarton.

ponte dei cani suicidi

“ATTENZIONE: PONTE PERICOLOSO, SI PREGA DI TENERE I CANI AL GUINZAGLIO”

L’insolita raccomandazione compare sui cartelli posti esattamente prima del Overtoun Bridge.

La storia del Overtoun Bridge

Prima di raccontare la macabra storia che ancora oggi angustia il Ponte dei cani suicidi, facciamo un salto indietro per raccontare la sua costruzione. Era il lontano 1891, quando Lord Overtoun ereditò la tenuta dove sorse l’Overtoun House. Quando il Lord in questione acquistò la vicina proprietà di Garshake, situata ad ovest delle sue terre, iniziarono i lavori per la realizzazione di una nuova strada d’accesso alla dimora.

Divenne quindi necessario costruire un ponte, il cui progetto fu affidato all’ingegnere civile H. E. Milner. Il ponte, che sarà poi chiamato Overtoun Bridge, sarà completato nel giugno del 1895. Il ponte è composto da 3 archi: di cui un grande arco centrale che abbraccia una profonda valle in fondo alla quale scorre l‘Overtoun Burn, fiancheggiato a ogni lato da archi pedonali più piccoli.

Ovviamente, a quei tempi, mai Lord Overtoun avrebbe potuto immaginare che il suo ponte sarebbe diventato famoso per qualcosa di terribile, inspiegabile e angosciante.

Il mistero del Ponte dei cani suicidi

Come già ho anticipato, un cartello all’imbocco del ponte avvisa di teneri i cani al guinzaglio, poiché se lo attraversano, i cani tendono a suicidarsi. Già di per sé questo è un mistero molto particolare, in quanto è risaputo che i cani non abbiano degli istinti suicidi.

Tali accadimenti, rendono l’Overtoun Bridge uno dei luoghi più spaventosi al mondo, al pari delle innumerevoli case infestate disseminate nel globo terrestre.

I primi fenomeni relativi a “suicidi” di cani risalgono al decennio 1950-1960, quando alcuni cani, prevalentemente di razza Collies, si gettarono dal Overtoun Bridge senza una ragione apparente. Un dato di fatto ancora più agghiacciante è che tutti i cani saltassero dabbasso dallo stesso punto del ponte. La caduta da oltre 16 metri, era quasi sempre letale per i nostri poveri amici a quattro zampe.

Eppure non è tutto, perché i pochi cani sopravvissuti alla caduta, quando hanno riattraversato il Ponte dei cani suicidi, si sono gettati nuovamente di sotto. Un mistero davvero incredibile e capace di fare accapponare la pelle.

Secondo le testimonianze di alcune persone che hanno vissuto il suicidio di un cane, sembra si fermi improvvisamente, rimanga immobile per qualche secondo e poi si lanci oltre il muro alto circa un metro.

Huffington Post pubblicò un articolo in cui affermava che dal 1950 sono almeno 600 i cani che si sarebbero suicidati dal ponte.

Possibili spiegazioni ai suicidi dei cani

1) Quando il fenomeno inspiegabile dei suicidi di cani riscontrò l’attenzione dei media internazionali, la RSPB inviò sul luogo un esperto nel comportamento degli animali, David Sexton, per indagare sulle cause che spingessero i cani a suicidarsi a Overtoun Bridge. Tali studi portarono a una teoria, che i cani ravvisassero l’odore delle urine dei maschi di visone e si lanciassero al loro inseguimento saltando giù dal ponte. Una teoria approvata da vari studiosi del fenomeno, peccato che i cacciatori del luogo hanno sin da subito smentito la presenza di visoni nelle vicinanze.

2) Altri esperti che sono accorsi sul luogo hanno ipotizzato che i suicidi siano causati da un suono o delle onde magnetiche udibili soltanto dagli animali, eppure nessuna prova su questa tesi è stata mai trovata.

3) Alcuni abitanti del luogo affermano che l’Overtoun Bridge o per noi semplicemente il Ponte dei cani suicidi, sarebbe un luogo di passaggio tra il mondo dei vivi e quello dei morti. Quindi i cani avvertirebbero questo fenomeno paranormale e si getterebbero giù dal ponte.

4) Sempre seguendo la pista del paranormale e quindi quella del passaggio tra il mondo dei vivi e quello dei morti, una diceria afferma che il responsabile dei suicidi di cani sia il fantasma della “Dama Bianca di Overtoun“.

Qui su Brividi Horror abbiamo elencato alcune possibili spiegazioni al mistero dei cani suicidi, ma ancora oggi non si ha la certezza di quale si avvicini di più alla realtà dei fatti. Pista scientifica o paranormale… questo è il dilemma che affligge l’Overtoun Bridge. Eppure ancora oggi vige il cartello che consiglia di tenere i cani al guinzaglio.

Curiosità sul Ponte dei cani suicidi

Nel 1994, un uomo gettò dal ponte il figlio ancora in fasce, affermando che si trattasse dell’Anticristo. Subito dopo, anche l’uomo si gettò dal ponte, trovando la morte.

Un’altra curiosità è riconducibile a una medium che decise di fare un test sul Overtoun Bridge. La medium, insieme a un cane affidatele per condurre il test, ispezionò il ponte e disse di non ravvisare alcuna presenza maligna. Nonostante ciò, pochi attimi dopo il cane raggiunse il solito punto della struttura e si lanciò dabbasso.

0 Condivisioni

Add Comment