Ghostface

GHOSTFACE è un’identità immaginaria, ossia un costume spaventoso che cela un serial killer sempre diverso nella saga di Scream.

Ghostface

Qual è il tuo horror preferito?

Caratteristiche di Ghostface

Il modus operandi di Ghostface, ossia di questo personaggio horror che tutti conoscono molto bene, è generalmente quello di individuare una vittima, intrattenerla al telefono con domande che alcune volte riguardano la filmografia dell’orrore oppure di altra natura, e poi ucciderle con un coltello ben affilato.

I vari serial killer che si susseguono nella saga di Scream indossano sempre lo stesso abito, così da nascondere la loro identità sotto quella di Ghostface, soprannominato anche come il killer di Woodsboro. La forma della maschera ricordo L’urlo di Munch, dal quale è sicuramente ispirata, ed è completata con una tunica nera. Nella saga, essendo tale abito facilmente reperibile, chiunque può nascondersi sotto la maschera e trasformarsi in un temibile serial killer.

Essendo Ghostface un persona in maschera non presenta delle particolari abilità, tuttavia, sia se si tratti di un uomo o altresì di una donna, sembra sempre possedere delle ottime capacità atletiche e una buona prestanza fisica. Per riuscire a essere letale e comparire in ogni dove per mietere vittime, in quasi tutti i film gli assassini sono due.

“I film non creano psicopatici, i film rendono gli psicopatici solo più creativi!”

La storia di Ghostface

Ghostface non ha una storia ben precisa, in quanto in ogni film della saga ideata da Wes Craven troviamo un nuovo o dei nuovi serial killer da brividi horror. Per tale motivo andiamo a suddividere la storia e quindi le motivazioni degli assassini per film:

  1. Nel primo Scream i due assassini sono Billy Loomis e Stu Macher. Billy Loomis inizia a uccidere per il risentimento che prova nei confronti di Sidney Prescott, poiché sua madre era andata a letto con il padre di Billy; portando i suoi genitori al divorzio. Mentre Stu è spinto dal desiderio di violenza e da una cotta per Sidney.
  2. Anche nel secondo Scream ci sono due assassini, ossia la madre di Billy Loomis che vuole vendicarsi per la morte del figlio e Mickey Altieri che accetta di aiutare la donna nella vendetta in cerca di clamore mediatico.
  3. Nel terzo Scream il serial killer è il fratellastro di Sidney, che vuole vendicarsi perché si era sentito rinnegato come figlio.
  4. Nel quarto Scream l’obiettivo dei due serial killer è quello di uccidere, filmare e pubblicare il materiale sul web, così da diventare delle star.
  5. Nel quinto Scream gli assassini iniziano a uccidere perché ossessionati dalla saga di Stab (ossia la filmografia degli omicidi avvenuti a Woodsboro) e ormai delusi dagli ultimi film che ritengono poco avvincenti e quindi privi di materiale esplosivo. Nella loro idea, mietendo vittime avrebbero poi prodotto un nuovo film della saga valido come i primi capitoli.

In tutta la saga di Scream c’è un comune denominatore, ossia che tutti i serial killer nascosti sotto la maschera di Ghostface finiscono per morire.

Add Comment