Sorelle Newman

0 Condivisioni

Per la rubrica sui serial killer, oggi parleremo delle SORELLE NEWMAN.

Sorelle Newman

Chi erano le sorelle Newman

La storia delle sorelle Newman, spietate serial killer, inizia a New York nel 1899. Tom Newman è vessato dai debiti, poiché la sua attività di commercio di pezzi di ricambio per locomotive è sull’orlo del collasso, e nel giro di poche settimane sarà costretto a vendere la casa e affidare le 2 figlie, Julie e Mary, affette da sindrome di down, a una levatrice del quartiere.

Lasciare la città per fuggire dalle continue pressioni e minacce degli usurai era ormai una scelta obbligata. Una fredda notte di novembre del 1901, Tom affidò le 2 figlie alla vicina e partì. Tuttavia non riuscì ad oltrepassare il quartiere, siccome lo uccisero con una rivoltella e lo gettarono in una fogna.

Le sorelle Newman crebbero così nel degrado più totale. Per loro sfortuna, la donna alla quale il padre le aveva affidate, si era rivelata una tossicodipendente. Le bambine erano quindi perennemente maltrattate e affamate per giorni interi, finché nel 1904 la donna morì di overdose e alle due gemelle di 9 anni non restò che vivere in strada. Si sostentarono prostituendosi, senza ahimè avere altro modo per vivere.

Gli omicidi delle sorelle Newman

Tra il 1908 e il 1909 iniziarono i primi casi di sparizione, alcuni clienti abituali delle prostitute nel quartiere scomparvero nel nulla vicino a Broadway.

I clienti venivano spogliati, ubriacati, drogati e brutalmente assassinati con delle pietre o cocci di bottiglia. Le due sorelle assassine non avevano un preciso e lineare modus operandi, in quanto avevano comunque una lieve insufficienza mentale. L’accanimento sui clienti, brutalmente smembrati e persino in alcuni casi decapitati, era probabilmente causa diretta dell’infanzia terribilmente traumatica che avevano vissuto. Nella maggior parte dei casi, i soldi e gli averi delle vittime non venivano toccati.

Un’ossessione morbosa delle sorelle era l’eviscerazione degli occhi dal bulbo oculare. Agghiacciante al solo pensarci! Non si ha una spiegazione razionale a ciò…

La fine delle serial killer

Quando le arrestarono, gli inquirenti trovarono una ventina di occhi con tonalità cromatiche dell’iride differenti, quindi probabilmente appartenenti a 20 persone diverse. Non si hanno notizie certe sul numero esatto di decessi riconducibili alle 2 sorelle, alcune stime dell’epoca parlano di oltre 30 omicidi brutali.

Nel 1919, le sorelle sono state le vittime di una trappola da parte della polizia metropolitana fintasi cliente e furono prima arrestate in flagranza, poi processate per direttissima e fucilate all’alba del 13 dicembre 1919. All’epoca non esisteva l’attenuante di infermità mentale e il sistema carcerario era già al collasso.

In particolare, il caso delle sorelle Newman indignò e disgustò l’opinione pubblica dell’epoca, sia per la brutalità degli efferati omicidi sia per l’aspetto mostruoso e malato delle sorelle.

0 Condivisioni

Add Comment