Rapimento dei coniugi Hill

0 Condivisioni

Quella del RAPIMENTO DEI CONIUGI HILL è una delle storie di rapimento alieno più interessanti e documentate di tutta la casistica ufologica.

Rapimento dei coniugi Hill

La storia del rapimento dei coniugi Hill

Barney e Betty Hill si trovavano a Portsmouth, New Hampshire, durante la notte del 19 Settembre, giorno in cui furono protagonisti di un incontro ravvicinato con un UFO, mentre viaggiavano attraverso le White Mountains.

Mentre viaggiavano a bordo della loro automobile, Barney Hill si fermò e uscì sulla strada per vedere meglio, poiché attratto da qualcosa di stupefacente. Quasi non credeva ai suoi occhi! La sua attenzione si era concentrata su un oggetto luminoso nel cielo che assomigliava a un satellite luminoso.

I coniugi Hill erano al cospetto di un UFO, allora impauriti, fuggirono a tutta velocità verso casa. Si sentirono al sicuro ma un particolare li destò, non ricordavano cosa fosse accaduto nelle due ore precedenti. Erano trascorse due ore e loro non se n’erano accorti, troppo per un tratto di strada così breve.

In seguito accusarono emicraniaustioni e altri lievi disturbi fisici. Poco tempo dopo Betty Hill fu vittima di paurosi incubi, sognava di essere rapita dagli alieni.

Betty incominciò ad avere sogni vividi e molto realistici in cui lei e il marito venivano portati all’interno di un UFO, dove venivano separati e lei sottoposta a degli esami medici da parte di umanoidi dalla pelle grigia.

Il gennaio successivo, visto che gli incubi non cessavano, la coppia decise di recarsi da uno psichiatra, Benjamin Simon, nella speranza di potere risolvere il loro problema. Iniziarono subito le terrificanti scoperte, compresero che i rapimenti alieni non fossero soltanto delle storielle di fantascienza, ma che lo avevano vissuto in prima persona. Tuttavia, a quei tempi non potevano di certo immaginare che il loro caso di rapimento alieno, definito in seguito come il rapimento dei coniugi Hill, sarebbe diventato uno dei più famosi nella casistica aliena.

Le macabre scoperte sul rapimento alieno

Dopo essersi sottoposti a ipnosi regressiva, affiorarono i ricordi riguardanti il lasso di tempo mancante. L’oggetto luminoso avrebbe continuato a seguirli, al che Barney Hill sarebbe sceso dalla macchina, temendo che si trattasse di un aereo in difficoltà e che potessero essere necessari soccorsi. Quando la luce fu più vicina, l’uomo sarebbe riuscito a distinguere un veicolo con un oblò, di chiara fattura tecnologica e manovrato da esseri intelligenti.

Rientrato in macchina, Barney Hill avrebbe comunicato alla moglie di avere avuto l’impressione che il veicolo volesse catturarlo, suscitandole molto terrore. Ripartirono con l’automobile, a tutta velocità, senza tuttavia riuscire a distanziare l’astronave. Dopo alcune decine di minuti di inseguimento, l’automobile si bloccò e dal velivolo sarebbero discesi alcuni esseri che li invitarono a seguirli sull’UFO.

Saliti a bordo, Barney e Betty Hill furono sottoposti a dei test e soltanto dopo che avevano finito di studiarli, gli alieni li riportarono vicino alla loro automobile e in seguito l’astronave si allontanò.

Rapimento dei coniugi Hill

In una successiva seduta di ipnosi regressiva, la signora Hill avrebbe disegnato una mappa stellare dove affermava dimorassero gli esseri che li avevano rapiti. Descrisse esseri umanoidi di bassa statura, con la testa e gli occhi grandi e la pelle grigia. L’ufologa Marjorie Fish ha identificato nella mappa il sistema di Zeta Reticuli, divenuto da allora molto discusso e menzionato in ambito ufologico.

Il rapimento dei coniugi Hill è sicuramente il caso più eclatante di rapimento alieno, ma si afferma che ciò avvenga di continuo…

0 Condivisioni

Add Comment